Come scegliere l’abito da sposo

Top guide di stile: 5 passi per capire come scegliere l’abito da sposo giusto.

Scuro, chiaro, di lana o di seta? A volte diamo per scontato che il look dell’uomo possa essere molto simile in tante occasioni diverse, dalle più eleganti a quelle meno formali. Al contrario, la cabina armadio maschile può rivelarsi un vero e proprio mix di stile, se scelta e organizzata con le giuste attenzioni, a partire dall’abito da sposo.

Ecco 5 consigli per scegliere il look dello sposo nel suo giorno più importante.

1. Scegliere il tessuto giusto in base alla stagione
La scelta del tessuto per l’abito da sposo potrebbe sembrare quasi banale, eppure esistono moltissimi modelli tra cui scegliere per ogni stagione. In generale, possiamo dire che:

• in inverno si può optare per la lana pura, la lana misto seta oppure misto mohair;
• in primavera possono ancora andar bene i tessuti misto seta;
• in estate, consigliamo invece il classico smoking;
• in autunno, tornano gli abiti a tre pezzi in misto lana e seta.

–> Scopri anche come scegliere l’abito delle damigelle!

2. Decidere il colore
Il colore dell’abito da sposo deve essere scelto in base a 2 fattori: la stagione e lo stile della giornata. Nelle stagioni più fredde, i colori più adatti sono i più scuri, come il nero e il blu notte. Nelle stagioni più calde, specie d’estate, il colore può essere invece più chiaro, come ad esempio un grigio antracite o un panna.

Per restare sul classico evergreen, si può optare per un tre pezzi blu cobalto con giacca, pantaloni e gilet. Sotto alla giacca, si abbina perfettamente una camicia bianca, con il colletto rigorosamente abbottonato fino all’ultimo bottone.

Se il matrimonio sarà particolarmente elegante, che la scelta dell’abito si orienti su un colore chiaro o scuro, consigliamo in ogni caso di valorizzare il look con con una giacca a tre bottoni sul davanti, a quattro bottoni sulla manica e con un solo spacco posteriore.

3. Abbinare l’abito alla location
Un altro grande segno di stile si vede nell’abbinamento dell’abito da sposo alla location della cerimonia e dei festeggiamenti.

Se ad esempio la location è d’epoca settecentesca, il vestito dello sposo non potrà che richiamare lo stile del tempo. Questo significa, prima di tutto, che l’abito della cerimonia dovrà essere diverso da quello dei festeggiamenti. Il primo può essere uno smoking nero, mentre il secondo potrà essere un tre pezzi blu cobalto con una giacca appuntata sui fianchi e una camicia in seta o di lino con le maniche a sbuffo.

Nelle stagioni più fredde, ideale anche un doppiopetto a due file di bottoni e un lungo cappotto scuro.

4. Personalizza un abito su misura
Perché acquistare un abito già preconfezionato per un’occasione tanto importante come quella del matrimonio? L’abito su misura toglie ogni dubbio e ogni incertezza, ma bisogna saperlo scegliere bene.

Per scegliere lo stile di un abito su misura, bisogna partire dallo stile del matrimonio: se è particolarmente elegante e formale, si può optare per lo smoking, oppure un abito a due pezzi con giacca monopetto e revers a lancia. Se invece l’atmosfera sarà più tranquilla, può andar bene anche una semplice monopetto a tre bottoni.

5. Accessori per dare un tocco di stile al look
Papillon, cravatta, gemelli o fiore all’occhiello? Ogni sposo che si rispetti sfoggia gli accessori giusti per completare il look del suo giorno più importante. Sceglierli è una questione di stile, ma anche di carattere: inutile optare per una cravatta se ci si sente un uomo da papillon, anche se entrambe le opzioni si «sposano» molto bene a situazioni eleganti come un matrimonio.

Il fiore all’occhiello è una prerogativa immancabile dello sposo. Può essere una spilla minimal e originale, con lavorazioni in tessuto e piccoli bottoni decorativi, da abbinare a un look inglese e moderno.

Nella versione più classica, un fiore bianco all’occhiello sdrammatizza il look in abbinamento a una piccola foglia di felce.

Sogni una villa per il tuo matrimonio? Contattaci e scopri i nostri servizi in offerta!